Nuovo
-20%

Pinne carbonio C4 T-34 Tank

Recensisci per primo questo prodotto

Pinne pesca sub con pala 100 % carbonio T300 - Durezza 30 Medium - Scarpetta C4 400 - Peso della pala: 190 gr - Dimensioni: 700 x 190 mm

A partire da 271,50 US$

Manufacturer's Suggested Retail Price : 339,08 US$

Garanzia 1 anno

Spedizione gratuita

Scegli modello

Nome prodotto Disponibilità Prezzo Aggiungi
Pinna Carbonio C4 T-34 Serbatoio - Medio - 36/37

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%
Pinna Carbonio C4 T-34 Serbatoio - Medio - 38/39

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%
Pinna Carbonio C4 T-34 Serbatoio - Medio - 40/41

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%
Pinna Carbonio C4 T-34 Serbatoio - Medio - 42/43

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%
Pinna Serbatoio Carbonio C4 T-34 - Medio - 44/45

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%
Pinna Serbatoio Carbonio C4 T-34 - Medio - 46/47

271,50 US$

339,08 US$

-20%

271,50 US$

339,08 US$

-20%

Descrizione

Pinne Carbonio C4 TANK T-34

Le Pinne TANK T-34 sono utilizzate principalmente da coloro che praticano la pesca sub nella schiuma o all'agguato, soprattutto in inverno e in acque poco profonde. Nonostante la loro poca lunghezza, le pinne sono molto reattivi con una spinta eccellente, che permette al cacciatore di cambiare tecnica molto facilmente durante il giornata, per esempio facendo apnee più profonde.

Il motivo per cui la C4 ha scelto di realizzare una pinna di solo 70 cm di lunghezza è per la sua manovrabilità nei rapidi cambi di direzione, e la resistenza agli urti, sia contro le rocce che in acque poco profonde. La protezione in gomma non solo rende la pinna molto robusta, ma è anche ideale perché riduce notevolmente il rumore emesso.

Sono prodotti solo in durezza 30 per soddisfare le esigenze di chi è abituato a questo tipo di pesca in inverno, dove il peso dell'attrezzatura è piuttosto pesante, e dove è necessario avere una pinna con una spinta nervosa e potente.

  • Materiale: 100% fibra di carbonio T300
  • Dimensioni delle pinne: 780 x 190 mm (con protezione in punta)
  • Durezza della pala: 30 medio
  • Peso della pinna: 190 gr
  • Compatibilità: scarpetta modello 300 o 400

C4: una rivoluzione nella produzione di pinne in carbonio

Dal 1986, la C4 ha sempre dimostrato la sua capacità di innovazione nella produzione di pinne in carbonio.

Da quando è stato il primo marchio a realizzare pinne in fibra di carbonio nel 1990, C4 ha stabilito molti primati nel settore dell'apnea.

  • 1990: la C4 realizza le prime pinne in carbonio al mondo.
  • 1991: Umberto Pellizzari utilizzerà delle pinne C4 nella sua lunga ed eccezionale carriera per conseguire tutti i suoi record di apnea.
  • 1993: C4 applica per la prima volta nel mondo dei longheroni sulle pale.
  • 2000: C4 presenta Monoscocca, il primo fucile sub al mondo realizzato in un'unica struttura completamente in carbonio.
  • 2006: C4 ha vent'anni e presenta una rivoluzione nel settore delle pinne: il Mustang, scarpette anatomiche senza longheroni.
  • 2017: C4 ha più di 30 anni d'attività e presenta le nuove scarpe 300 che, con l'utilizzo di materiali all'avanguardia, sono ancora le più leggere al mondo.
  • 2020: C4 presenta il nuovo sistema OPS per la produzione di pinne in carbonio, un sistema innovativo che per la prima volta permette di sovrastampare la termogomma direttamente sul carbonio.

OPS (Overmoulding Protection System)

Con questa scoperta, C4 presenta un nuovissimo sistema di sovrastampaggio della termogomma direttamente sulle pale in carbonio, che permette di avere oggi le primissime pinne in carbonio con la superficie della punta protetta. Nessuno era mai riuscito a fare un processo del genere prima d'ora.

Dopo più di un anno di ricerche e prove in mare, la C4 ha raccolto la sfida e ha superato brillantemente le prove con più di 300 ore in acqua. La possibilità di sovrapporre la gomma, e di non incollare i longheroni al carbonio come è stato fatto finora, ha permesso al C4 di lavorare su geometrie e spessori dedicati; e che permettono a questa protezione della punta di rendere le pale non solo molto più resistenti all'uso, ma anche di farlo senza penalizzare le caratteristiche delle pinne (leggerezza, elevato ritorno elastico, spinta).